Skip to main content

Davide Martinelli volunteers as local bike courier during coronavirus lockdown in Italy

Davide Martinelli riding for Italy
Davide Martinelli riding for Italy (Image credit: Bettini Photo)

Davide Martinelli has volunteered as a local bike courier in his home village of Lodetto near Brescia, using his time during the coronavirus lockdown to deliver medicines and food to elderly people in his village.

Martinelli, the son of long-time directeur sportif Giuseppe Martinelli, revealed via social media how he swapped his Astana racing kit for courier clothing on Wednesday to ride to nearby Rovato to collect medicines for an elderly couple. 

His voluntary work was spotted by Italian website Tuttobiciweb, with Chris Froome taking to social media to praise Martinelli.

Brescia is in the east of the Lombardy region and has been hit hard by the coronavirus Covid-19 outbreak. The number of cases has reached a plateau, with indications that the severe lockdown in Italy is working. However, close to 45,000 people have tested positivie for Covid-19 just in Lombardy, with over 7,000 deaths. 

"Lodetto is a place special for me, around 1500 people live there but unfortunately there's no pharmacy or food shops. So I decided it was my chance to do something to help and payback the people who have always supported me and helped me over the years," Martinelli wrote on Instagram.

"It all started thanks to a group of guys in the village, including my cousin Stefano, who came together to help. I've got a bike; two legs and a rucksack and so can do my bit. It took me 30 minutes to ride to the 10km to Rovato and back, which is nothing for a professional cyclist but when I delivered the medicines to the elderly couple, obviously while wearing a mask and gloves, they were incredibly grateful.

"I'm the happiest person in the world. Cycling is a great sport but there's nothing like the feeling when you help someone in need."

Tutto nasce grazie a un gruppo di ragazzi Lodettesi tra i quali mio cugino Stefano, che si è organizzato per la consegna a domicilio di farmaci ed alimentari alle persone, soprattutto anziane, che non hanno la possibilità di recarsi a Rovato per acquistarli. Ho sentito varie storie, che mi hanno toccato, di persone impossibilitate a recarsi nel nostro capoluogo che grazie a questi volontari hanno risolto i loro problemi! Negli anni ho ricevuto davvero tanto dalla mia comunità, però difficilmente ho avuto l’occasione di ripagarla per via della vita che spesso mi porta ad essere lontano da casa. Sono legatissimo al mio Lodetto, comunità di poco più di 1500 persone, dove sfortunatamente non c’è né una farmacia né alcun negozio di alimentari! Dentro di me penso: è la mia occasione per rendermi utile e ripagare le tante persone che mi hanno sempre sostenuto negli anni, e dare una mano a chi in questo momento ne ha bisogno. Ho una bici, 2 gambe ormai non molto allenate e uno zaino, e niente.. oggi ho avuto l’onore di poter andare in farmacia a ritirare dei medicinali per una coppia di anziani, in totale 30 minuti e una decina di km, nulla di speciale per un’atleta, ma quando glieli ho consegnati sull’uscio di casa, ovviamente con le dovute precauzioni (mascherina e guanti) ho sentito un grazie, che ancora ora mi rimbomba in testa. Sono l’uomo più felice del mondo, bello il ciclismo, bello tutto, ma essere utile al prossimo è impagabile. Come diceva il presidente del mio fanclub il compianto, Don Ettore Piceni: a Lodetto non ci sono la farmacia e non ci sono i negozi ma c’è una comunità unita e forte. Dimostriamolo una volta in più! Se potete fare qualcosa per gli altri, fatelo, la soddisfazione sarà enorme! Per info e consegne 🚚 contattare @foiaforfree o anche direttamente me! La bici è sempre pronta, anche oggi ! 🚲 📦 • Ora salgo sui miei @tacxperience per la mia razione quotidiana di rulli, così la prossima volta consegnerò ancora più in fretta 😀 Davide Martinelli

A photo posted by @davidemartinelli.official on Apr 1, 2020 at 5:55am PDT